Cerca

Charlie Hebdo: in Francia ancora alta la tensione

Indice Articolo

Ultimi articoli pubblicati

Charlie Hebdo: esaurito in Francia

Charlie Hebdo: Francia ancora in subbuglioDopo l’attacco terroristico di ieri, alla sede del settimanale satirico francese Charlie Hebdo, in Francia continuano gli episodi di violenza e di intolleranza. Alcuni sostenitori dello Stato Islamico, hanno acclamato e accolto con esultanza il folle gesto che è costato la vita a 12 persone. L’Europa non può insultare l’Islam è quanto viene scritto su Twitter. Tuttavia l’attacco non è ancora stato rivendicato.

Ieri nella sede di Charlie Hebdo due assalitori incappucciati hanno fatto irruzione armati di kalashnikov al grido «Allah akbar», uccidendo 12 persone e lasciando 11 feriti dei quali almeno 5 sarebbero in gravi condizioni, in un atto che il presidente francese François Hollande ha definito senza dubbio di terrorismo. Gli assalitori parlavano perfettamente il francese e avrebbero detto di far parte di al Qaeda; dopo l’attacco sono fuggiti a bordo di un’auto guidata da un terzo uomo.

Gli episodi di intolleranza non si sono fermati e nella notte è stata lanciata una granata contro la moschea di Le Mans, vicino ad un ristorante di kebab, che per fortuna non ha provocato vittime o feriti, mentre in un’altra moschea sono stati esplosi colpi di arma da fuoco. Molti altri episodi di violenza nell’intera Francia, si sono registrati nei pressi dei luoghi di culto musulmano e nei confronti di famiglie musulmane, in un susseguirsi di notizie preoccupanti.

Nel frattempo il presunto autista del commando terroristico, dopo aver sentito il suo nome in televisione, si sarebbe consegnato alle autorità. Il 18 enne Hamyd Mourad avrebbe un alibi: durante l’ora dell’attacco era a scuola.
[yop_poll id=”14″]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

9 − 1 =