Cerca

Ecco l’aereo trasparente, nei cieli dal 2050

Indice Articolo

Ultimi articoli pubblicati

Ecco l'aereo trasparente, nei cieli dal 2050Airbus ha presentato il nuovo prototipo di aereo trasparente che potrebbe fare la sua comparsa sui cieli mondiali nell’anno 2050. La trasparenza sarebbe frutto della riproposizione in larga scala della struttura ossea degli uccelli che permetterebbe di ottenere un effetto davvero stupefacente per tutti i passeggeri. Sarà utilizzato uno speciale biopolimero che consentirà di personalizzare il proprio finestrino.

Gli ospiti del rivoluzionario aereo potranno contare  anche su altre importanti novità: sarà infatti abbattuta la tanto fastidiosa divisione tra economy e business class per far posto ad una suddivisione per ambienti. Sarà presente una zona adibita al relax mentre, andando più all’interno, saranno presenti zone più intime che assicureranno la giusta privacy per tutti i viaggiatori. Inoltre è stato anche inserito un bar per poter soddisfare le esigenze gastronomiche di tutti.
Saranno presenti inoltre schermi olografici e videogiochi ed una zona completamente pensata per la rivitalizzazione con trattamenti basate su vitamine, aromaterapia, cromoterapia ed agopuntura.
L’Airbus rivolge uno sguardo anche all’ambiente andando ad abbattere notevolmente i consumi di carburante potendo contare su materiali di ultima generazione che alleggeriscono di molto il peso dell’aereo.

5 risposte

  1. Leggendo l’articolo ho pensato subito a qualche anno fa quando, nella tratta Roma-Palermo, una sig.ra voleva stare lontano dal finestrino perchè solo l’idea di guardare fuori la terrorizzava e la faceva stare male.

    Spero che quella sig.ra oggi non legga questa notizia perchè altrimenti dovrà cominciare nel 2050 a trovare un mezzo alternativo… 🙂

    PS: stiamo arrivando a dei livelli veramenti alti nella tecnologia… anche se siamo nel 2011 e magari non si riesce a risolvere il problema dell’immondizia in alcune città!

  2. Sarebbe bellissimo per chi non ha problemi di stare accanto al finestrino..
    Un trauma per gli altri!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × 3 =