Cerca

Aumentare la durata della batteria del tuo smartphone Android

Indice Articolo

Ultimi articoli pubblicati

C’era un tempo in cui la batteria del mio cellulare Nokia durava anche 4/5 giorni. Oggi giorno gli smartphone diventano sempre più veloci ed evoluti, l’unico pezzo del dispositivo che non riesce a tenere il passo è la batteria. Molti smartphone hanno dei grandi problemi con la durata della batteria, molti dei quali non riescono a reggere nemmeno per una giornata intera. JuiceDefender è un ottima applicazione per Android che può aiutarvi ad incrementare la durata della vostra batteria.

Essenzialmente, JuiceDefender, disabilita alcune funzioni del vostro dispositivo quando queste non sia necessarie. Per esempio, nel momento in cui uscite dalla portata di una rete Wireless a cui eravate connessi, il dispositivo disabilita il WiFi in automatico. Una volta trascorsi 15 minuti, JuiceDefender abilità il WiFi per verificare la presenza di una connessione, se non la trova disabilità di nuovo la connessione. In questo modo la connessione WiFi non sarà sempre attiva e la batteria durerà di più.

Questo è soltanto uno dei tanti esempi che vi posso fare affinché la batteria del vostro smartphone duri di più. Una volta installato, il programma è disattivato, e come metodo operativo è impostato su “balanced”. Per attivare il programma dovete cliccare sul pulsante “enabled“.Personalmente utilizzo il profilo “aggressive” in modo da disabilitare connessione WiFi, connessione dati, e molti altri programmi nel momento in cui il telefono si trovi in uno stato di inattività. Nel momento in cui viene sbloccato, automaticamente vengono avviate tutte le cose chiuse da JuiceDefender. In questo modo sono arrivato a raddoppiare la durata della batteria del mio smartphone Android.

JuiceDefender lo potete scaricare direttamente dal Market Android. Nella versione gratuita trovate soltanto i profili “balanced” e “aggressive”, per gli altri profili bisogna acquistare la versione pro.

Una risposta

  1. Grazie per l’articolo.

    Lo testero’ e vi faro’ sapere.

    In effetti quello della batteria rimane un grosso problema

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 − quindici =